Close

Tenebrossa

illustrazioni di Joëlle Jolivet
traduzione di Rosa Chefiuta & Co
ISBN 9788899064662

16,50 15,68

Descrizione

A Tenebrossa, cittadina di vivaci scheletri, accade un fatto strano. C’è qualcuno che ruba tibie e peroni, omeri e costole, lasciando tutti zoppicanti e invalidi. Scoprire la verità è lavoro per Sherloss, che si mette all’istante con calcolatrice e lente sulle tracce del veloce e misterioso ladro. Nessuno l’ha mai visto in faccia, ma tutti l’hanno immaginato: terribile, crudele, grosso e forse anche rosso. Osso dopo osso, l’investigatore arriva a ricostruire il piano del fantomatico ladro… Per festeggiare Halloween uno spassoso libro in carta e ossa con più brividi di un horror, con più suspence di un thriller. Tutto rigorosamente in rima.

Ottobre 2017
Collana: albi
Area tematica: Ridere e sorridere, Storie visionarie e dell'assurdo
Età: dai 5 anni in su
Pagine: 48
Formato: 23 x 32
Premio: Finalista Premio Scelte di classe 2017 fascia di età 8-10 anni|||
fileOssa alla riscossa!
2017-10-29-Sos Libro
fileTenebrossa
2017-11-06-Il Rosicchialibri
fileCon 'Tenebrossa' Halloween si fa racconto e disegno
2017-11-07-Il Giornale di Vicenza
fileTenebrossa
2017-12-01-il mondo di chri
fileConversano, "Immaginaria"
2018-08-25-La Gazzetta del Mezzogiorno
Intro.
A Tenebrossa, la città degli scheletri, c'è qualcuno che ruba tibie e peroni, omeri e costole, lasciando tutti zoppicanti e invalidi. Scoprire la verità è lavoro per Sherloss, che si mette all’istante ad indagare. Nessuno l’ha mai visto in faccia, il velocissimo ladro, ma tutti l’hanno immaginato: terribile, crudele, grosso e forse anche rosso. Osso dopo osso, l’investigatore arriva a ricostruire il piano del fantomatico ladro… e anche uno scheletro intero.
1. Osso dopo osso
Sherloss si rivela come sempre un attento osservatore. Osso dopo osso capisce che il ladro sta rubando in modo sistematico le 121 ossa che compongono uno scheletro umano. Nel suo elenco ne ricorda un certo numero. Provate in classe a organizzare un gioco: la maestra vi dice il nome di un osso che appartiene al nostro scheletro e voi provate a indovinare in quale parte del corpo si trova. E' un modo divertente per imparare come siamo fatti dentro.
2. Elementare, Watson!
Sherlock Holmes, quello che lo scrittore Arthur Conan Doyle descrive in carne e ossa nei suoi romanzi gialli, ha un metodo di indagine molto interessante. La sua mente è molto allenata a notare ogni dettaglio e ogni particolare, a prestare attenzione ai piccoli cambiamenti, e poi rielabora tutte queste informazioni con l'intento di trovare una spiegazione logica. Il suo metodo è scientifico, ma talvolta deve far entrare l'immaginazione per arrivare alla soluzione. Tu dai importanza alla sola logica o sei uno che si fida più dell'intuito per spiegare i misteri che incontri?
3. Osso fa rima con io posso
La storia del terribile caso della sparizione di ossa nella città degli scheletri è interamente giocata sulle rime e sulle assonanze con le parole osso oppure ossa. I nomi si trasformano, e diventano qualcosa di simile all'originale, ma non proprio uguale. Giocare con la propria lingua è un esercizio molto divertente, utile, ma tutt'altro che facile. Provate in classe a elencare le parole che in italiano contengono in sé le parole osso/ossa e, una volta trovate, usatele in una filastrocca.
4. Fedele come un cane
Il ladro di ossa, piccolo e peloso, aveva come scopo unico quello di ricostruire lo scheletro del suo amico umano perduto durante un naufragio, con cui aveva condiviso una vita intera. La fedeltà di un cane nei confronti di chi si prende cura di lui è proverbiale. Conosci altri cani , più o meno famosi, che hanno saputo dimostrare affetto grandissimo anche a grande distanza, o dopo una separazione definitiva o dopo una lunga assenza?