Close

L’isola delle ombre

illustrazioni di Claudia Palmarucci
ISBN 9788832070491

16,50 15,68

Descrizione

Il dottor Wallaby la sa lunga sui brutti sogni e ha sempre con sĂ© il suo vademecum contro ogni tipo di incubo. Dalle trappole per quelli ansimanti, ai grandi buchi scavati per quelli giganti; dalle gabbie per gli incubi urlanti, ai cibi collosi per quelli brulicanti… Esiste un rimedio per ogni tipo di brutto sogno ed è per questo che tutti gli animali dell’originale fauna australiana vanno da lui e dal suo fido assistente Sirio, un dingo, quando hanno passato una nottataccia. Ma di fronte al caso del tilacino anche Wallaby deve arrendersi. Che sogno è un sogno vuoto, sordo, profondo e immobile? Solo il libro piĂą antico di tutti svela il mistero: quello è un non sogno di un non animale, il tilacino appunto, ormai fantasma di una specie estinta. Come in un manuale di altri tempi, le tavole finali di Claudia Palmarucci sono dedicate alle specie estinte, o a rischio di scomparsa, perchĂ© questo libro sa essere divertente e molto serio allo stesso tempo.

Aprile 2021
Collana: albi
Area tematica: Gli altri animali, Raccontare il presente
EtĂ : dai 6 anni in su
Pagine: 56
Formato: 23 x 30
fileIl dotto Wallaby, specialista in brutti sogni... degli animali
2021-05-21-Il quotidiano del sud
fileLeggere
2021-07-08-Style piccoli
fileL'isola delle ombre
2021-06-04-Il Rosicchialibri
Intro.
Il dottor Wallaby la sa lunga sui brutti sogni e ha sempre con sé il suo vademecum contro ogni tipo di incubo. Dalle trappole per quelli ansimanti, ai grandi buchi scavati per quelli giganti; dalle gabbie per gli incubi urlanti, ai cibi collosi per quelli brulicanti... Esiste un rimedio per ogni tipo di brutto sogno ed è per questo che tutti gli animali dell’originale fauna australiana vanno da lui e dal suo fido assistente Sirio, un dingo, quando hanno passato una nottataccia. Ma di fronte al caso del tilacino anche Wallaby deve arrendersi. Che sogno è un sogno vuoto, sordo, profondo e immobile? Solo il libro più antico di tutti svela il mistero: quello è un non sogno di un non animale, il tilacino, ormai fantasma di una specie estinta. Una grande domanda aleggia nell'aria...
1. L'arca che non è
La prima immagine di questo libro, ancora prima che la storia cominci, potrebbe rassomigliare all'entrata nell'arca di Noè, visto che tutti gli animali stanno in fila per poter salire a bordo. Ma a ben vedere non è un'arca come quella che la Bibbia racconta abbia rappresentato la salvezza per tutte le specie degli animali sulla terra prima del diluvio. Come si racconta che fosse l'arca e questa invece che tipo di imbarcazione è? Dopo aver letto il libro, sai trovare la ragione per cui Claudia Palmarucci ha voluto rappresentarla così?
2. Wallaby & co.
Davide Calì ha scritto il testo di questa storia dopo aver trascorso un periodo felice della sua vita in Australia. Avrai notato, infatti, che i nomi di tutti gli animali che vanno a farsi curare dal dottor Wallaby, e anche il dottore stesso, appartengono alla fauna di quel meraviglioso e lontanissimo continente. A quelli citati nel testo, che purtroppo rischiano l'estinzione, se ne possono aggiungere anche molti altri, a partire dall'ornitorinco. In classe fate una ricerca sulla fauna australiana e di ciascun animale provate a scrivere una scheda illustrata in cui raccontate le caratteristiche, le abitudini e le curiosità che li riguardano.
3. Piccolo manuale di sopravvivenza notturna
Nel libro che il dottor Wallaby custodisce sono elencati tutti i tipi di brutti sogni e le trappole adatte per metterli fuori gioco. Quando ti capita di avere un incubo notturno hai anche tu un sistema per renderlo inoffensivo, come sa fare il dottor Wallaby e Dingo, in suo fedele aiutante? Mettiti alla prova e cerca di immaginare cosa dovresti sognare per poter dire di aver fatto un sogno strisciante. E se fosse un incubo gigante o, al contrario, uno brulicante, o frusciante, o peggio, cigolante? Quali di questi brutti sogni non vorresti veramente mai fare e perché? Secondo te c'è una relazione tra quello che viviamo da svegli e gli incubi che ci capita di fare mentre dormiamo?
4. Tra tutti gli animali, l'uomo
Fin dal principio, questo libro racconta in modo velato un grande incubo generale che dovrebbe riguardarci tutti: la sopravvivenza della vita sul pianeta, compresa la nostra, e ancora di piĂą la sopravvivenza del pianeta stesso. Si tratta di una questione che ogni minuto che passa si fa sempre di piĂą drammaticamente urgente. Quali sono le cose che potresti fare per dare anche tu, e quali quelle che potrebbero fare i grandi per dare un contributo per la salvezza della Terra?
5. I grandi Maestri
Quando il libro sta per chiudersi Claudia Palmarucci mette un breve elenco di opere d'arte famose che le sono state d'ispirazione per le sue emozionanti tavole. Spesso gli illustratori quando creano le loro immagini attingono, talvolta in modo inconsapevole, a opere di altri grandi artisti, nel caso di Claudia Palmarucci, la volontà di citare i grandi Maestri è tutt'altro che casuale: fa parte della sua lunga e puntigliosa ricerca che prelude sempre la sua arte. Con l'aiuto di un adulto prova a fare una breve ricerca in rete o sui libri per trovare i suoi modelli di ispirazione e poi abbinali alla giusta illustrazione. Che differenza c'è secondo te tra copiare e ispirarsi a un modello?