Close

La vera principessa sul pisello

ISBN 9788889025635

Non disponibile

Descrizione

“Badate bene, è una storia vera!” avverte Andersen all’ultima riga della Principessa sul pisello. Beh, sin da bambina, Octavia Monaco ne ha dubitato. Conoscendo molte vere principesse – sostiene lei – ha deciso di approfondire la storia. E con stupore ha scoperto che quella di Andersen è proprio una storia vera. Tutta, tranne alcuni, chiamiamoli così, particolari. Sensibile, la Principessa lo era davvero, anzi sensibilissima. Non solo al pisello nascosto tra coltri e cuscini, ma soprattutto all’indifferenza del Principe e alla diffidenza della futura suocera. Anche il lieto fine, seppur diverso da quello di Andersen, corrisponde al vero. La Principessa di Octavia Monaco, acuta e indipendente, scopre il tranello e sceglie la via della libertà. Riuscendo a vivere davvero felice e contenta. Ma libera. Fuori dalle mura del castello, lontano da un Principe che proprio non la meritava.

Marzo 2008
Collana: albi
Area tematica: Da un altro punto di vista, La difficoltà di crescere
Età: dai 6 anni in su
Pagine: 48
Formato: 21 x 28
fileLa vera principessa sul pisello
0000-00-00-1 2 3 Stella
fileLa vera principessa sul pisello
2008-04-24-A
fileLa vera storia della principessa sul pisello
2008-03-26-Calabria ora
fileLa vera principessa sul pisello
2008-05-08-Carta
fileLe principesse femministe salvano il principe e fuggono con le amiche
2008-03-27-Corriere della Sera
fileCiao Principe!
2008-03-22-D La Repubblica delle donne
fileIllustrazione per l'infanzia, Italia premiata
2008-04-03-Gazzetta del Sud
fileRubrica Furbo chi legge
2008-05-14-Il Secolo XIX
fileLa vera principessa sul pisello vive felice ma senza principe
2008-03-21-La Repubblica
fileUna fiaba "femminista"
2008-07-24-La Sicilia
fileBologna
2008-03-28-Left
fileLa storia riletta e aggiornata della principessa
2008-05-21-DNews
fileLa vera principessa sceglie la libertà
2008-04-19-Quotidiano della Basilicata
fileQuel pisello che un po' fa sorridere
2008-07-17-Il Salvagente
filePrincipesse sul pisello
2008-05-02-Il Colosseo
fileMorir giovani e forti di rosa e fantasy
2008-06-21-La Stampa - Tutto Libri
fileLa vera storia della principessa sul pisello
2008-05-09-Leggere tutti
filePagine per eterni adolescenti tra sciagure infinite e rare risate
2008-03-30-Il Manifesto
fileI consigli del libraio
2008-05-31-La Repubblica - Almanacco
fileContro la bulimia televisiva a dieta con Orecchio Acerbo
2008-06-05-L'unità
fileLa vera principessa sul pisello: intervista all'autrice Octavia Monaco
2008-06-30-Bimbi.it
fileControcorrente
2010-11-01-Glamour
fileLa vera principessa sul pisello
2011-11-23-Kids
fileLa vera principessa sul pisello
2013-02-14-Libri e marmellata
Intro
Quanto costa un principe? E soprattutto, ne vale la pena? Un libro che è un’uscita con le amiche, una serata di chiacchiere, uno sguardo femminile.
1. Sogno e realtà
La principessa del libro sarebbe stata davvero felice, chiusa nel castello con un principe mammone e una suocera sospettosa? La nostra principessa col basco riflette bene sul sogno di sposare un principe che non si degna nemmeno di riceverla e lascia che sia la madre a decidere se sia la donna giusta per lui. E lui, è l’uomo che fa per lei? Come ci immaginiamo il nostro principe?
2. Minime rivelazioni
Se non fosse stato per quel tondino verde messo a inganno contro di lei, la nostra principessa non si sarebbe accorta né della prova a cui era stata sottoposta né del carattere dei futuri parenti. Era un segnale d’allarme. Piccoli gesti e piccole cose possono rivelare molto delle persone. Osserviamo le donne a spasso nella prima tavola: una manager con la borsetta a forma di teiera, una donna col burqa e décolletés col tacco, una ragazza col coccodrillo al guinzaglio... L’illustratrice ama usare i simboli: cosa potrebbero significare? Elenchiamo le cose che ci rappresentano e giochiamo a fare i ritratti ‘simbolici’ di noi stesse e delle donne che conosciamo (mamma, sorella, nonna, zia, amica, maestra).
3. Valore e prezzo
Il racconto è pieno di allusioni al costo delle cose. Ad esempio, la regina dona una costosa sottoveste di seta a una principessa affezionata all’abito tessuto dalle donne del paese da cui proviene; o ancora, il prezzo da pagare per avere il principe è la libertà se non anche la felicità. Davvero valgono di più le cose che più costano? Cosa ha più valore per noi? Fino a che punto siamo disposte a cedere? E noi, sentiamo di essere preziose per qualcuno?
4. Amicizia e amore
Dolci e libere come gatte sono le amiche della principessa, che la guardano entrare nel castello e la accolgono all’uscita. Cosa significano per noi le amiche? Cosa cerchiamo nel rapporto d’amicizia? L’amore può far dimenticare gli amici?