Close

Koki soldato sbadato

illustrazioni di Biagio Bagini, Marcella Moia
ISBN 9788889025161

10,00 9,50

Descrizione

Koki è pronto a partire per la guerra. Con il petto gonfio di orgoglio saluta la folla accorsa ad applaudire. Le loro carote saranno presto al sicuro. Anche Piko, il suo migliore amico, esulta quando sente il primo BUM! Da lontano le bombe sembrano fuochi d’artificio. Ma al fronte lampi e boati sono meno belli, scuotono Koki. È sempre più sbadato. Prima dimentica le armi, poi non riesce a distinguere i nemici. E, alla fine, dimentica persino di tornare a casa. Ma le carote, almeno, sono salve? No, la guerra se l’è mangiate tutte, e la gente, sempre più affamata, non esulta più. Una storia di amicizia, di conigli e di carote. Per parlare con i bambini della guerra, delle sue assurdità, dei suoi dolori.

Gennaio 2005
Collana: albi
Area tematica: Da un altro punto di vista, Guerra e pace
Età: dai 6 anni in su
Pagine: 28
Formato: 16,5 x 22,5
fileKoki soldato sbadato
2005-07-05-Bimbi sani e belli
fileKoki soldato sbadato
2005-02-25-Diario
fileDai 5 anni
2005-04-24-Forkids
fileKoki soldato sbadato
2005-04-11-L'Indice
fileIl primo scaffale
2005-05-09-Insieme
fileScaffale basso
2005-03-26-Avvenire (Popotus)
fileLibri per ragazzi
2005-04-12-La Rivisteria
filePer giocare alla pace e non fare la guerra
2005-04-30-Sfoglialibro
fileLa guerra delle carote
2005-04-02-Specchio
fileIl coniglio sbadato
2005-02-22-Trentino
Intro
Se ne sente parlare sempre, in TV, ma nemmeno noi sappiamo davvero com’è fuori dallo schermo. Un piccolo libro si rivolge con delicatezza ai bambini che chiedono cos’è la guerra.
1. La guerra “giusta”
Nella prima illustrazione è raffigurata la partenza di Koki. Descrivila: è tanto diversa dalla partenza di una classe il giorno della gita? Perchè sono tutti contenti? Come mai Koki torna indietro così tante volte? La guerra è detta “giusta” perchè serve a proteggere le proprie carote dall’ingordigia dei nemici: cosa comporta difendere le carote con le armi? Da chi e da cosa veniamo a sapere che cos’è la guerra?
2. La fame
I conigli non sono più tanto contenti. Sono affamati: i campi di carote sono bruciati e ancora non si sa se hanno vinto o perso la guerra. La TV parla di vittime e feriti. È stata una buona idea fare la guerra? Come si può fare per non perdere né le carote né i conigli? Molti dicono che la guerra è l’unica soluzione ai problemi: prova a vedere cosa succede nel mondo quando si perde una guerra e quando la si vince. È tanto diverso?
3. La felicità
All’inizio della primavera, la guerra finisce. Non sappiamo se i conigli della parte di Piko abbiano vinto o perso. Guarda l’illustrazione: cosa fanno le persone a guerra finita che prima non potevano più fare? Hai mai sentito dai nonni i racconti di quando anche da noi, in Italia, finì la guerra? La felicità è avere tante carote?
4. L’amico racconta
Una notte, inaspettatamente, Koki torna per raccontare a Piko la propria esperienza di guerra, e al mattino riparte per sempre. Sappiamo ascoltare gli amici anche quando raccontano cose tristi? Cosa raccontiamo al nostro amico più caro? Guardiamoci intorno: ogni persona ha una storia lunga, allegra e triste, da raccontare: ci piace conoscere la vita degli altri? Ogni volta che qualcuno ci affida un racconto, è come se ci donasse un pezzettino di sé, per sempre: quanti pezzettini di persone conserviamo dentro di noi? Abbiamo donato un pezzettino di noi a qualcuno? È stato faticoso?