Close

Jabberwocky

Ciarlestroniana

illustrazioni di Raphaël Urwiller
traduzione di Masolino D'Amico
ISBN 9788896806401

18,00 17,10

Descrizione

In un paesaggio lunare, dove ogni cosa può sembrarne un’altra, dove sguardi sconosciuti ammiccano, qualcosa si nasconde. Attento, minuscolo re bambino, lo avvisa il vecchio saggio come fosse un padre, bada al “ciarlestrone”! Partire alla ventura per attraversare il bosco, tenersi lontano da terribili artigli e fauci fameliche, e soprattutto, sconfiggere quel mostro non è cosa da tutti. Armato della sua spada, il “brando vorpido” e di gran coraggio, il piccolo si inoltra. Ed ecco che alle sue spalle arriva “occhidibragia, il ciarlestrone”. Lo scontro sarà duro ma alla fine – un dué un dué- quel re bambino vincerà sul mostro. Evviva! E in un mondo visto allo specchio, si può tornare a giocare, far volare un aquilone, pronti per la prossima battaglia… Una fantastica avventura, dove tutto è purissima invenzione, a partire dalla magica lingua creata dal grande Lewis Carroll. Una lingua che ricorda quella dell’infanzia. Quell’infanzia capace, oggi come ieri, di sconfiggere i mostri con l’immaginazione.

Luglio 2012
Collana: poesia e racconti in versi
Area tematica: Storie visionarie e dell'assurdo
Età: dai 6 anni in su
Pagine: 28
Formato: 24 x 22
Premio: Finalista Premio Scelte di Classe 2013
fileEra brillosto…
2012-07-13-Il blog del Coordinamento delle librerie pr ragazzi
fileCome è difficile illustrare un trugone
2012-07-15-La repubblica
fileCommento al libro Jabberwocky
2012-07-18-Le mele del silenzio
fileL'allegro ritorno dei Barbapapà. I libri dei padri ricadono sui figli
2012-07-22-Corriere della sera
fileUn gioco alla Lewis Carroll
2012-07-21-Left
filePoesia per bambini e non solo
2012-09-06-Visto
fileJabberwocky, il magico nonsense di Lewis Carroll
2012-09-10-Word press
fileLo sacaffale
2012-09-15-La Stampa / Tuttolibri
fileIl nonsense aldiquà e aldilà dello specchio
2012-09-24-Atlantide Kids
fileJabberwocky
-Roma in famiglia
fileJabberwocky. Il Ciarlestrone non-sensico di Orecchio Acerbo
2012-10-08-Gothic Network - il portale delle recensioni
fileLewis Carroll, Raphaël Urwiller, Jabberwocky
2012-10-31-Hamelin
fileL'orrido ciarlestone
2012-11-07-Andersen
fileOro, incenso e libri. Qualche consiglio per la Befana.
2013-01-04-Mangialibri
fileModernità violenta
2013-03-15-Internazionale
fileToc, toc... casa Orecchio acerbo?
2013-04-10-Heykiddo.it
Intro.
In un paesaggio lunare qualcosa si nasconde. Attento, minuscolo re bambino, lo avvisa il vecchio saggio come fosse un padre, bada al “ciarlestrone”! Partire alla ventura per attraversare il bosco, tenersi lontano da terribili artigli e fauci fameliche, e soprattutto, sconfiggere quel mostro non è cosa da tutti. Armato della sua spada, e di gran coraggio, il piccolo si inoltra. Ed ecco che alle sue spalle arriva “il ciarlestrone”. Lo scontro sarà duro ma alla fine quel re bambino vincerà sul mostro. Evviva! E in un mondo visto allo specchio, si può tornare a giocare. Una fantastica avventura, dove tutto è purissima invenzione, a partire dalla magica lingua creata dal grande Lewis Carroll.
1. Era brillosto
La poesia di Lewis Carroll è scritta con parole che non conosciamo eppure se la leggiamo ad alta voce capiamo subito il senso. La sua bellezza nella lingua originale, l'inglese, e la bravura di chi l'ha tradotta in italiano sta nel aver trovato parole inventate che per suono rassomigliano a parole conosciute. Avete mai inventato con gli amici parole tutte vostre?
2. Il brando vòrpido
Quel minuscolo re, messo in guardia dal padre, sta partendo alla caccia del Ciarlestrone. È piccolo, ma coraggioso, e così si incammina verso la selva insidiosa. Il padre non lo ferma perché sa che sarà per lui una importante prova per misurare il proprio coraggio. Tu ti sei mai trovato a dover affrontare prove di coraggio? E in quelle occasioni quale era il tuo brando vòrpido?
3. Fermo e perplesso sta
Prima di ogni battaglia è sempre meglio fermarsi a ragionare sul da farsi. Nell'affrontare un pericolo o una difficoltà l'essere troppo impulsivi non giova. Tu come ti prepari, prima di una importante gara sportiva e prima di un compito difficile?
4. Galonfa alla ritratta
Il Ciarlestrone è sconfitto e vittorioso il bambino torna a casa. Porta con sé un trofeo: la testa del mostro nemico. Qual è il trofeo di cui sei più orgoglioso?
5. Era brillosto (II)
Ancora una volta era brillosto. Dopo la grande battaglia e dopo l'importante vittoria, tutto torna alla normalità. Il bambino ha deposto la sua corona da eroe e gioca con un aquilone che tanto rassomiglia al Ciarlestrone. Dopo aver superato una grande prova, se ti giri indietro ti sembra ancora così insormontabile e tu ti senti più forte?