Close

Il carrello di madama Miseria

racconto crudele

traduzione di Francesca Lazzarato
ISBN 9788889025277

13,00 12,35

Descrizione

Una sveglia rotta, un mazzo di carte, una gallina, una maschera, tre rotoli di cerotto, cinque chiavi, otto bottoni… C’è di tutto nel carrello di Madame Miseria. Tutto quanto le basta per tirare avanti. Però, per quanto cerchi, frughi, rovisti in ogni angolo, nemmeno una briciola di tenerezza, di amore. E neppure l’ombra di un nome meno avvilente. Ma ora che il carrello è sparito, è tutta una gara di solidarietĂ . Un pettine per pidocchi, sei cioccolatini alla fragola, un apribottiglie, due fermagli, una camera d’aria, tre cucchiaini… in un batter d’occhio il nuovo carrello è pieno come un uovo. Ma, ancora, nessuna traccia d’affetto, d’amicizia. E neppure di un bel cappellino nuovo. Forte e asciutta come gli straordinari disegni che la animano, una parabola antica e moderna sulla solidarietĂ  e sulla compassione. Per chi rifiuta di confinarle negli sms da un euro. E per chi si ostina a pensare che le rose siano il miglior companatico.

Ottobre 2005
Collana: albi
Area tematica: Grandi temi, Raccontare la diversitĂ 
EtĂ : dagli 8 anni in su
Pagine: 32
Formato: 20 x 27
Publicato In: portoghese
file25° Premio Andersen: i finalisti
2006-04-06-Andersen
fileIl Carrello di Madama Miseria
2006-02-20-Andersen
fileLo stato di salute dell'editoria per ragazzi
2006-03-28-Brescia Oggi
fileIl Carrello di Madama Miseria
2005-12-20-Il Messaggero
fileIl Carrello di Madama Miseria. Racconto crudele.
2006-01-27-Il Pepe Verde
fileIl Carrello di Madama Miseria. Racconto crudele.
2006-03-06-Pino Boero.com
fileIl Carrello di Madama Miseria
2006-01-21-Avvenire (Popotus)
fileIl Carrello di Madama Miseria. Racconto crudele.
2005-11-17-Alice nel paese dei bambini
fileIl Carrello di Madama Miseria. Racconto crudele.
2005-12-21-Fusiorari.org
fileCMX aveva ragione
2005-11-18-Sparidinchiostro.Spllinder.com
Intro
Una barbona sognatrice e un po’ scorbutica che vive, sola, per strada; un carrello adorato; una tremenda malattia dalla cura semplice. Un racconto crudo, un libro sincero.
1. Tesori privati
Persino Madama Miseria ne possiede. Li conta e li riconta per esserne sicura e attraversare la notte. Non si tratta d’oro né d’argento ma quelle cianfrusaglie hanno inestimabile valore. Ci si affeziona a piccole cose come agli stessi sogni sognati tante volte, ai ricordi, alle poesie. Teniamo anche noi in modo particolare a cose che restano insignificanti per gli altri? Cosa le rende uniche? A cosa non rinunceremmo mai? Proviamo a mettere il nostro mondo in un carrello... Cosa capiamo dal carrello di un altro?
2. Risoluzione o sedativo
Il furto del carrello è la goccia che fa traboccare il vaso. Si può vivere miseri ma non senza niente. Quando i poveri si arrabbiano e minacciano la rivolta, come reagiscono i potenti? Un carrello nuovo, un camion di cibo, un conto corrente bancario sono la soluzione per la fame e la miseria? Qual è il modo per essere davvero d’aiuto a chi soffre?
3. L’ipocrisia
Sorridenti e solerti, molte persone aiutano Madama Miseria felice piĂą che mai a riempire il nuovo carrello. A ritornare al suo posto. Quando tornano in ordine anche i sorrisi, Madama Miseria si sente ancora piĂą sola. Cosa significa una societĂ  ordinata? Conosciamo la struttura sociale della nostra cittĂ  e del mondo? Come possiamo disordinare il mondo?
4. Il pane e le rose
Nonostante il carrello nuovo e pieno, ritorna la stessa malattia di prima, la voglia di amare ed essere amata. Per essere felici non basta sopravvivere, quindi mangiare. Bisogna anche essere, quindi sentire col cuore. Per noi che abbiamo molte cose, hanno valore una corsa al mare con un amico, i biscotti preparati con la nonna, l’abbraccio forte di papà? Crediamo che gli altri siano il nostro tesoro? Cosa significa amare?