Close

Il naso

ISBN 9788889025611

14,00 13,30

Descrizione

Marzo, aprile. Cambio di stagione. Tempo di raffreddori, e tempi duri per i nasi. Imponenti nasi aquilini, piccoli nasini snob, goffi nasi a tartufo, larghi nasi camusi, tutti arrossati, la goccia pendente e pronti al più potente degli starnuti. Intasati, ostruiti, bloccati, tutti con un solo obiettivo: sturarsi. Ci vuole il Grande Fazzoletto. Trovarlo sarà una vera e propria avventura. Ardua, forse impossibile, se non fosse per la lingua. Quella lingua fortemente nasale – l’esperanto dei raffreddati – che fa sì che il grazioso nasino francese si capisca all’istante con il classico naso greco. Una storia esilarante che gioca con le parole regalandoci equivoci che la rendono ancor più divertente. Un omaggio dichiarato a Gogol e al naso del suo maggiore Kovaliov. E anche, forse, in modo divertito alla “officina di letteratura potenziale” di Queneau, Perec e Calvino.

Collana: albi
Area tematica: Ridere e sorridere, Storie visionarie e dell'assurdo
Età: dai 4 anni in su
Pagine: 60
Formato: 15,5 x 20
Publicato In: francese
Premio: Premio Baobab 2006|||
fileSe un naso è proprio oddurato
2008-05-10-Corriere della Sera
fileCi vuole orecchio
2008-05-01-Elle
fileCarissimo Gogol
2008-04-01-Glamour
fileNaso a rischio
2008-04-01-Il Colosseo
fileE la nipote di Fidel Casto ci spiega la pubertà
2008-03-28-Il Giornale
fileRaffreddato
2008-03-30-Il Sole 24 Ore
fileUn naso raffreddato sulle tracce di Gogol
2008-05-03-La Provincia di Como
fileAver fiuto per le storie
2008-06-01-Letture
fileUn libro da leggere con il naso tappato
2008-03-15-Il Quotidiano della Calabria
fileIl naso
2008-05-16-Letteratura per ragazzi
fileLe Dez bougé de Douzou
2010-06-23-Gonefishing
Intro.
I nasi d'inverno si tappano.Ci vuole il Grande Fazzoletto. Trovarlo sarà una vera e propria avventura a cui prendono parte tanti e diversi: da un bottone a un macina pepe, passando per un gran bugiardo che il naso lo ha di legno. Nella lingua dei raffreddati, una storia esilarante che gioca con le parole regalandoci equivoci che la rendono ancor più divertente.
1. Sodo otturato
Il naso protagonista di questa storia ha un forte raffreddore. La sua voce è nasale e tu che la leggi, devi tenerne conto. La lettura ad alta voce è un modo perché le storie scritte diventino ancora più reali e più comprensibili. Ti piace leggere ad alta voce? Quando ti succede di farlo?
2. Si credeba un daso
Questo naso girovago tanto ricorda il protagonista di un bellissimo racconto di un famoso scrittore russo, che si chiamava Gogol. Il naso in questione si staccò dalla faccia di un pover'uomo che partì al suo inseguimento. Conosci altre storie di nasi famosi?
3. Alla ricerca del Gradde Fazzoletto
er un grande raffreddore ci vuole un grande fazzoletto. Alla ricerca partono in diversi: un naso, un bottone, un naso da clown e poi altri ancora. Ognuno di loro è otturato per ragioni anche molto diverse eppure il fatto di avere un obiettivo condiviso li tiene insieme. Essere in tanti può essere utile nella vita? Quando è stata quella volta che tutti insieme siete riusciti nell'impresa?
4. All'Inferdo se bento
Durante il cammino la squadra di otturati incontra il naso per eccellenza: Pinocchio (alias Pidocchio) che come di consueto mente e mette tutti nei guai. Fidarsi degli altri è bello ma anche un po' pericoloso. Tu concedi fiducia a tutti o prima devi conoscere molto bene il tuo interlocutore? Dire spesso le bugie che conseguenze può portare?
5. Bollare la bolletta
Tutto il libro gira intorno alla diversa pronuncia di parole tra loro molto simili: mollare, bollare, molletta, bolletta, Pinocchio, Pidocchio... Te ne vengono in mente altre o altre parole con cui si può giocare (pensa ai falsi accrescitivi come botte, bottone, torre, torrone...)?