Close

Due piccoli orsi

ISBN 9788832070736

15,00 14,25

Descrizione

Due piccoli orsi, fratello e sorella, si stanno affacciando per la prima volta dalla loro tana, all’arrivo della primavera. La loro mamma sta per andare in cerca di buon miele selvatico e li ammonisce a non allontanarsi perché il mondo è ancora troppo grande per loro. Quelle raccomandazioni però vengono presto dimenticate e i due piccoli orsi di gioco in gioco, di fiore in fiore, di albero in albero si allontanano un bel po’ da casa. Quando se ne rendono conto, dalla cima di un albero, tana e mamma non sono in vista. Sfidano l’acqua, fanno l’asse d’equilibrio su un tronco sospeso, chiedono anche a tutti gli animali sul loro cammino notizie della mamma, ma nessuno pare saperli aiutare…

Novembre 2021
Collana: albi
Area tematica: Gli altri animali, Grandi avventure
Età: dai 3 anni in su
Pagine: 40
Formato: 22 x 28
Intro.
Due piccoli orsi, fratello e sorella, si stanno affacciando per la prima volta dalla loro tana, all’arrivo della primavera. La loro mamma sta per andare in cerca di buon miele selvatico e li ammonisce a non allontanarsi perché il mondo è ancora troppo grande per loro. Quelle raccomandazioni però vengono presto dimenticate e i due piccoli orsi di gioco in gioco, di fiore in fiore, di albero in albero si allontanano un bel po’ da casa. Quando se ne rendono conto, dalla cima di un albero, tana e mamma non sono in vista. Sfidano l’acqua, fanno l’asse d’equilibrio su un tronco sospeso, chiedono anche a tutti gli animali sul loro cammino notizie della mamma, ma nessuno pare saperli aiutare…
1. Fratellanza
I due piccoli orsi sono fratello e sorella e sono alle prime armi con il grande mondo. Ciò nonostante, incuranti delle raccomandazioni della loro madre che si deve allontanare, giocano assieme spensierati, senza tenere d'occhio la loro tana per non perdersi. Sembra quasi che il fatto di essere in due li renda più sicuri e spavaldi. Tu hai fratelli e/o sorelle? Il fatto che tra fratelli si condividano molte cose, ti rende più sicuro di come potresti sentirti se fossi figlio unico? Esiste una differenza affettiva tra fratelli e amici? Prova a raccontarne.
2. Giochi proibiti
Nonostante i rimbrotti dei grandi, non si può negare che il bello del gioco è proprio quello di farti perdere un po' la cognizione dello spazio e del tempo. Ti è mai capitato di vivere un'esperienza avventurosa con un fratello o una sorella? Se sì, raccontala in classe e poi, dopo aver ascoltato quelle dei tuoi compagni, stilate una classifica della più pericolosa. Se sei figlio unico, vale lo stesso raccontare l'avventura vissuta con un amico, o un cugino...
3. Fotogenico
Come avrai notato, questo bellissimo libro, che è stato pubblicato un bel po' di anni fa, non ha disegni ma solo foto. L'autrice, Ylla, aveva una smisurata passione per tutti gli animali, anche quelli selvatici (orsi compresi) e una grande sensibilità e talento nel fotografarli in pose molto naturali. Nel caso dei due cuccioli di orso, sappi che li aveva acquistati e che, quando ha fatto queste fotografie, loro vivevano con lei. Questa circostanza l'ha molto aiutata a ritrarli nelle pose più divertenti e tenere che durante il giorno assumevano davanti al suo obiettivo. In classe ci sarà sicuramente qualcuno che ha un animale domestico. Provate a scattargli almeno 20 fotografie, poi chiedete a un grande di stamparle. Insieme mettetele in una sequenza in modo che possano diventare le illustrazioni di una storia che inventerete tutti assieme.
4. Di mamma ce n'è una sola?
Quando i due piccoli orsi si rendono conto di essersi persi per davvero, visto che nessuno è in grado di aiutarli a ritrovare la strada di casa e la loro mamma, entra in scena la cornacchia che li sgrida, come li potrebbe sgridare la loro stessa madre. Dal becco le escono queste parole: "Vi siete persi perché non avete ascoltato vostra madre. Se le aveste dato retta, tutto questo non sarebbe successo". Come darle torto, tuttavia... quei due piccoli sperduti fanno una grande tenerezza. Nella vostra famiglia chi fa le veci della vostra mamma quando lei è lontana? Fate una statistica in classe e vediamo se vincono le zie, le nonne o le amiche di famiglia.
5. La prima volta che...
La primavera, i prati, il bosco, il ruscello sono tutte delle grandi novità per i due cuccioli. Semplicemente irresistibili. Sarai d'accordo con loro che "la prima volta" è sempre portatrice di una grande emozione. Prova a scavare nel tuo passato e racconta la prima volta che hai visto il mare oppure la neve, oppure la prima volta che hai visto tuo fratello o tua sorella appena nati, oppure la prima volta che hai detto una bugia, e infine la prima volta che ti sei perso. Se qualche volta hai provato cosa vuol dire perdersi, quali sono le cose che secondo te è giusto fare?