Close

C’era una volta e ancora ci sarà

traduzione di Carla Ghisalberti
ISBN 9788832070606

Non disponibile

Descrizione

Una fiaba che ci riguarda. Si narra che tutto è cominciato miliardi di anni fa quando sul nostro pianeta le terre presero forma tra fuoco e lapilli. Poi arrivarono i dinosauri, poi arrivammo noi, poi le magnifiche costruzioni che fummo in grado di inventare e poi arrivarono le macchine che ci hanno permesso di accorciare le grandi distanze e tenerci più vicini. E questo è successo solo cento anni fa. Poi è un correre sempre più veloce verso l’oggi, con i panorami che cambiano, gli uccelli che migrano, l’autunno alle porte e solo un minuto fa la lucina accanto al letto di un bambino che si è spenta. La fiaba può finire così? No, se quel bambino esprime un desiderio tutto ricomincia di nuovo. Da quella cameretta, partiranno minuto dopo minuto, le giornate prossime, le settimane venture, i mesi e gli anni a venire. Su questo tempo che ancora non c’è possiamo solo fantasticare. Un libro geniale con un formato originale che con la sua straordinaria architettura racconta la storia di tutti e interroga sulle storie di ciascuno.

Maggio 2021
Collana: albi
Area tematica: Sotto lo sguardo del tempo
Età: dai 4 anni in su
Pagine: 52
Formato: 19,5 x 25,5
Publicato In: anche in lingua inglese, spagnola, tedesca, danese, portoghese, greca e coreana
fileC'era una volta e ancora ci sarà
2021-07-10-il mondo di chri
fileC'era una volta e ancora ci sarà
2021-08-11-Indiepercui
fileC'era una volta e ancora ci sarà
2021-07-23-SatisFiction
fileC'era una volta e ancora ci sarà
2021-05-30-EsteticaMente
Intro.
Una fiaba che narra che tutto è cominciato miliardi di anni fa quando sul nostro pianeta le terre presero forma tra fuoco e lapilli. Poi arrivarono i dinosauri, poi arrivammo noi poi le magnifiche costruzioni che fummo in grado di inventare e poi arrivarono le macchine che ci hanno permesso di accorciare le grandi distanze e tenerci più vicini. E questo è successo solo cento anni fa. Poi è un correre sempre più veloce verso l’oggi, con i panorami che cambiano, gli uccelli che migrano, l’autunno alle porte e solo un minuto fa la lucina accanto al letto di un bambino che si è spenta. La fiaba finisce così? No, se quel bambino esprime un desiderio tutto ricomincia di nuovo. Da quella cameretta, partiranno minuto dopo minuto, le giornate prossime, le settimane venture, i mesi e gli anni a venire. Su questo tempo che ancora non c’è possiamo solo fantasticare.
1.La storia è di tutti e di ciascuno
Nella sua prima metà di questo libro si racconta la storia dell'umanità fin dai primordi e ripercorre tutte le tappe più importanti che hanno segnato il suo cammino. Seguendo la scansione di Johanna Schaible, non ti colpisce che il passato ci riguarda tutti in egual misura? Un po' come se ognuno di noi fosse una foglia diversa dello stesso albero, con uniche radici. La nostra origine comune, così ben raccontata, dovrebbe tenerci uniti. Eppure così non succede. In classe provate a discutere sul tema e raccogliete le diverse riflessioni.
2. E ti dirò chi sei!
Nella seconda metà di questo libro non è più il passato il protagonista, ma il futuro. E in particolare il futuro di ogni singolo lettore o lettrice del libro. A ciascuno di loro vengono poste domande sul futuro più vicino, quello di domani o del mese prossimo, ma poi arrivano le domande su un futuro lontano. Leggetelo tutti insieme, a casa o a scuola, e provate a scrivere o a disegnare le vostre risposte. Poi mischiatele in un cestino e fatele leggere o fatele mostrare da un grande a tutti i partecipanti. Il gioco sta nell'indovinare chi ha risposto cosa. Mi pare un buon sistema per verificare quanto a fondo vi conosciate in casa o a tra compagni di classe.
3. Un istante che si chiama desiderio
Se un anno dura un anno e se un secolo dura cento anni, il presente, che possiamo chiamare "ora" quanto dura? La pagina centrale di questo libro raffigura il presente. Ma il presente dura solo un istante e Johanna Schaible è stata molto brava a disegnarlo con un evento che ha tanto a che fare con il futuro. Hai mai pensato che il tuo futuro nasce nel momento in cui tu esprimi un desiderio e fai di tutto perché si realizzi? Di sicuro ti sarà capitato di esprimere un desiderio guardando le stelle cadenti nella notte di San Lorenzo, il 10 agosto. Te ne ricordi alcuni e ti ricordi se hai fatto qualcosa perché potessero diventare realtà?
4. Un futuro radioso
Lo avrai notato certamente: la forma di questo libro è davvero originale e segue la scansione del tempo, sia quello passato che quello che deve ancora venire. Tanto più lontano è il passato, tanto più grande è la pagina del libro. La pagina più piccola è quella centrale che rappresenta il tempo presente e tanto più ti allontani nel futuro tanto più le pagine ridiventano grandi. L'effetto delle pagine così diverse tra loro crea una bellissima cornice multicolore. in classe, con l'aiuto dell'insegnante, provate a costruire un libro con le pagine come quelle di C'era una volta e ancora ci sarà, ma dedicatele tutte ai vostri desideri futuri! con l'augurio che il meglio che avete in mente si avveri!
5. Esatti come orologi svizzeri
ohanna Scahible è stata precisissima nella scansione del tempo. D'altronde lei è nata in Svizzera che è la patria degli orologi... A parte ogni ironia, ti propongo un gioco che non è tanto facile se si è piccoli e non si ha ancora tanta dimestichezza con le grandezze numeriche. Ciascuno di voi su piccoli foglietti ricopia le varie 'tappe' temporali del libro, poi lasciate che un grande metta in disordine i foglietti. A voi il compito di rimettere tutto nell'ordine giusto, ovvero dal tempo più lontano al più vicino, o viceversa. Giusto per allenarvi: un millennio quanti anni sono? E un secolo?
6. Nell'anno che verrà
Ti propongo un gioco che richiede un po' di attenzione e una buona memoria: prova a scrivere su un foglietto quali sono i tuoi desideri per il futuro più prossimo, ossia cosa ti piacerebbe fare tra una decina di anni. Per esempio, avere un cane tutto tuo, oppure iscriverti all'accademia di danza, oppure saper suonare bene la batteria, oppure essere in viaggio per il giro del mondo. Questo foglietto dovresti custodirlo per tutto questo tempo, e qui serve l'attenzione e la buona memoria, tra dieci anni dovresti rileggerlo per vedere se i tuoi desideri di allora sono ancora gli stessi o se hai cambiato sogni.