Close

Capitan Omicidio N. E.

illustrazioni di Fabian Negrin
traduzione di Angela Ragusa
ISBN 9788896806258

12,50 11,88

Descrizione

Un inedito Barbablù, nella straordinaria versione di Dickens. La sua risposta ai libri edificanti per ragazzi, che detestava, e che liquidava come “letteratura che rende stupidi”. Un capolavoro dell’humor nero che fonde magistralmente ironia e grottesco. Sognanti e poetiche, le immagini di Fabian Negrin, proiettano il racconto in una dimensione dove tutto è possibile. Un libro pirotecnico che lascia col fiato sospeso, fino a quando l’astuzia femminile non farà letteralmente sparire il perfido capitano. In una nuova edizione con all’interno un poster di Fabian Negrin.

Febbraio 2012
Collana: Lampi Light
Area tematica: Da un altro punto di vista, Storie visionarie e dell'assurdo
Età: giovani e adulti
Pagine: 28
Formato: 24 x 32
fileCharles Dickens, Capitan Omicidio: contro i libri edificanti e quel tipo di “letteratura per ragazzi che rende stupidi”
2012-02-07-Panorama.it
fileLampi Light: la nuova collana di Orecchio Acerbo editore
2012-02-23-Diario di pensieri persi
Intro.
Diabolico personagio, Capitan Omicidio. Il suo obiettivo era il matrimonio con donne, giovani donne, che poi avrebbe immancabilmente divorato. Secondo un'identica prassi, irretiva le mogli, una dopo l'altra, fino al giorno in cui incontrò due sorelle, due sorelle gemelle. Tra gemelli l'affinità può essere molto forte e il perfetto meccanismo del mostro così si inceppa e tocca a lui questa volta essere oggetto di una crudele vendetta.
1. Ti amo da morire.
Dickens rivisita con accenti, se possibile, ancora più macabri, la fiaba di Perrault, Barbablù. Un uomo di tutto rispetto che nell'intimità della casa è un feroce 'mangiatore' di donne. Proprio pensando alla profondità delle radici di questo racconto, è importante ragionare su quanto l'uomo sia talvolta portato a confondere l'amore con la morte. Potresti provare ad avviare una riflessione, leggendo la cronaca, su quanti sano ancora oggi i Capitan Omicidio che ci circondano.
2. La seconda chance.
Il Capitan Omicidio di Dickens è ancora più crudele del Barbablù di Perrault, perché quest'ultimo, almeno in teoria, lasciava alla moglie la chance di salvarsi dal crudele destino, se colei avesse ubbidito e non avesse aperto quella porticina maledetta. Capitan Omicidio non lascia scampo alle sue vittime. Ed è qui la sua bestiale mostruosità. Il comportamento del personaggio di Dickens è ancora possibile definirlo umano? Qual è il limite, superato il quale, l'uomo non è più uomo ma mostro?
3. Sorellanza.
Il perfetto meccanismo architettato dal Capitano si smonta per l'arrivo delle due sorelle, tra loro gemelle. Come succede anche nella realtà, anche tra loro, c'è un'intesa fortissima una sorta di comunicazione a distanza, che le fa essere solidali e inseparabili nel destino avverso, così come lo sono state al principio della loro vita. Conosci fratelli gemelli? prova a chiedere loro se hanno da raccontare episodi di 'comunicazione sensitiva' con il loro fratello. Ti stupirai di quanto sia forte, al di là di ogni sorellanza o fratellanza, il loro legame.
4. Una per tutte, tutte per una.
Nella lettura del finale di questa storia c'è il grande riscatto per tutte le donne vittime del Capitano. Una sposa, l'ultima, in cerca di vendetta e armata di coraggio, sangue freddo, nonché di spirito di sacrificio, predispone un piano perfetto e definitivo. Il prezzo da pagare per lei è la morte, ma il desiderio di vittoria e di liberazione per tutte le altre ragazze come lei è più forte di ogni paura. Cosa trasforma una donna in un'eroina?