Lucie Müllerová

Sullo sfondo della Selva Boema, un maestoso castello costruito sulla roccia sovrasta Český Krumlov, una cittadina dallo splendido centro storico medioevale. Molto prima dell’Unesco, fu Egon Schiele a scoprirne la straordinaria bellezza, facendone la sua residenza. Qui è nata Lucie Müllerová, e non è difficile scorgere l’influenza di quel paesaggio, di quelle architetture nelle sue illustrazioni. E prima ancora di quella dell’Università di Arte e Design di Linz in Austria, è stata la frequentazione dell’Egon Schiele Art Centrum e dell’International Art Gallery della sua cittadina a indirizzarne scelte e interessi artistici. Dopo la laurea austriaca, Lucie frequenta corsi d’illustrazione in Italia e comincia a disegnare libri per bambini. È la casa editrice Vitalis della Repubblica Ceca a pubblicare i suoi primi albi, presto seguita da mezza dozzina di editori spagnoli e dalle italiane Fatatrac e Kite. Ed è con un libro di Fatatrac, “Alfio e le scatole misteriose”, che nel 2010 si aggiudica il premio Fondazione Cassa di Risparmio di Cento per l’illustrazione. Premio che segue e precede quelli spagnoli della Biblioteca Insular di Cabildo de Gran Canaria, nel 2009, e quello, insieme a Serenella Quarello, dell’Álbum Ilustrado Edelvives, nel 2012. “La scimmia e il melograno”, ancora con Serenella Quarello, è il suo primo albo con Orecchio acerbo. 

Nel nostro catalogo:

La scimmia e il melograno