Diplomatosi in Arti figurative a Strasburgo, Raphaël Urwiller si è finora distinto per grande talento, raffinatezza e senso del colore. A queste sue cifre aggiunge una precisione e una cura del particolare che gli derivano forse dal contatto con la cultura nipponica dovuta alla collaborazione con la sua compagna Mayumi Otero. Insieme hanno dato vita alla piccola casa editrice Icinori che produce serigrafie, libri illustrati e raffinati pop-up, veri e propri libri d'arte e fantasmagorie in cui la carta diviene materia sensibile, tutti rigorosamente fatti a mano. Urwiller ha anche fatto incursione nel mondo del fumetto, della carta stampata e del design discografico. Nel catalogo di orecchio acerbo: "Quanta terra serve a un uomo?" di Lev Tolstoj (nella riscrittura di Annelise Heurtier, 2015) e "Jabberwocky" di Lewis Carroll (2012).