José Muñoz

Nasce a Buenos Aires nel 1942. Frequenta la “Escuela Panamericana de Arte” della stessa città, dove è allievo di Alberto Breccia e Hugo Pratt. Esordisce nel fumetto come assistente di Francisco Solano Lopez, e poi illustrando storie scritte da Héctor Oesterheld per le riviste “Hora Cero” e “Frontera”. Si mette in luce nel 1963 disegnando “Precinto 56” su testi di Eugenio Zappietro per la rivista “Misterix”. Nel 1972 parte per l’Europa, radicandosi a Londra e poi a Milano. Nel 1974 incontra lo scrittore argentino Carlos Sampayo, evento fondamentale e, insieme, creano Alack Sinner. Nel 2001 si trasferisce a Parigi. Nello stesso anno Hazard Edizioni pubblica il catalogo "Muñoz Hombre di China". Dal 2003 collabora con la casa editrice Guanda. I suoi libri sono stati pubblicati in francese, inglese, finlandese, greco, olandese, portoghese, svedese, norvegese, serbo, danese, tedesco e castigliano. 

Nel nostro catalogo:

Il mondo invisibile