Pina Varriale è nata a Napoli nel 1957. Giornalista per diversi quotidiani e periodici tra cui “Napolisera”, la”Voce”, il “”Notiziario, “Arte più Arte”, il “Tergo”, “Lievito”, ha curato e condotto servizi di attualità e culturali per emittenti radiofoniche e televisive. Si è occupata dei “ragazzi a rischio” progettando e realizzando un laboratorio artistico e teatrale Ha scritto e messo in scena lavori teatrali originali per i bambini delle scuole elementari e per i ragazzi delle Scuole Medie. Ha tradotto testi letterari dal francese, dallo spagnolo e dall’inglese. Ha partecipato come pittrice a numerose mostre regionali e nazionali. Ha pubblicato diversi libri per adulti: “Il viaggio di Elsa” (ed. Il Borghetto,1992), “L’uomo blu” (ed. Kairòs, 2005), “Stazione centrale” (Homo Scrivens, 2006), “Il vicino” (Scheletri.com 2006), “La caccia” (Magnetica Ed., 2006), “Il capolavoro” (Magnetica Ed., 2006), “La catena spezzata” (Magnetica Ed. 2006), “Evento casuale” (Nuovi Autori Fantascienza, 2006), “Schegge di buio” (Magnetica, 2007). . Fra i suoi numerosi libri per ragazzi: “I bambini invisibili” (Piemme, 2008), “Ragazzi di camorra” (Piemme, 2007) Premio Bancarellino 2008, “Leo punto e a capo” (Mondadori, 2006), “Quando la luna divenne saracena” (A. Mondadori Scuola, 2006), “Non ditelo a Cialí. Dal Volturno a Cassino, 1943” (Mondadori, 2004) e “La banda dei Cherubini” (Mondadori, 2003). Nel catalogo di orecchio acerbo: “Al solito posto” illustrato da Francesca Ghermandi (2006). 

Nel nostro catalogo:

Al solito posto