Jacob e Wilhelm Grimm

A Jacob e Wilhelm Grimm, nati nel 1785 e nel 1786 ad Hanau, si deve l’idea di raccogliere e riscrivere le più popolari fiabe della tradizione tedesca, con l’intento di contribuire allo sviluppo di una comune cultura nazionale. La raccolta -pubblicata per la prima volta nel 1812-1815 con il titolo Le fiabe del focolare- fu poi molto rivista e corretta da parte soprattutto di Wilhelm, in sei successive edizioni, l’ultima del 1857. Oggi, molte delle loro fiabe –da Hänsel e Gretel a Cappuccetto Rosso- sono note nella forma più letteraria, ammorbidita nei toni e privata dei particolari più crudi della prima edizione. Contemporaneamente alla raccolta, i Grimm lavorarono anche alla compilazione del Deutsches Wörterbuch, il dizionario in trentatré volumi ancora oggi considerato pietra miliare per l'etimologia del tedesco. All’impegno culturale i fratelli Grimm hanno sempre accompagnato quello sociale. Sono infatti considerati progenitori del movimento democratico tedesco, soppresso nel sangue dal regno di Prussia nel 1848. Nel catalogo di orecchio acerbo: "Hänsel e Gretel" illustrato da Lorenzo Mattotti (2009) vincitore del Premio Andersen - Il Mondo dell'Infanzia Miglior Albo Illustrato 2009, e "I musicanti di Brema" illustrato da Claudia Palmarucci (2012, 2015).