Nata nel ’75, Manuela Salvi ha inviato il suo primo racconto (mai pubblicato) a una casa editrice (la Mursia) quando aveva 13 anni. Da quando ne aveva 15, ha lavorato per i bambini di tutte le età. Ha fatto il clown, Babbo Natale, la Befana, il pirata nei campi scuola estivi, alle feste, nel reparto pediatrico, nei centri commerciali. Ha organizzato un milione di cacce al tesoro. Nel 2000 si è laureata all’Isia, la prestigiosa scuola di grafica di Urbino. Nel 2003, mentre frequentava un corso di redazione a Roma, ha fondato Cactus Studio, che si occupa di grafica, musica ed editoria. Da allora, parallelamente al suo lavoro di scrittrice e editor, insieme con Davide Burattin, porta avanti questo progetto e nel 2007 ha dato vita al portale www.editoriaragazzi.com. Fra i suoi numerosi libri, ricordiamo “La bottega dei sogni perduti” (Lavieri, 2008), “Discarica” (Lineadaria, 2008), “La sfida delle sette pietre - Wrestlords vol.1” (Mondadori Ragazzi, 2008), “Cosa c‘è di più importante di uno scooter?” (Mondadori Ragazzi, 2008), “Le voyage de la femme elephant” (Sarbacane, 2007), “Il tesoro di Shen” (Pisani, 2007), “Bellosguardo” (Sinnos, 2006), “Beeelinda fuori dal gregge” (Fatatrac, 2006), “Nei panni di Zaff” (Fatatrac, 2005). Nel catalogo di orecchio acerbo: "Toni Mannaro" illustrato da Maurizio A. C. Quarello (2006).