Sebastian Meschenmoser

Chissà se Sebastian Meschenmoser è un tipo disordinato? Di sicuro, nelle storie che inventa, si diverte a mettere sempre tutto sottosopra. Già in “Gordon und Tapir”, libro tradotto in molti paesi e con cui ha vinto il Bologna Ragazzi Award nel 2015, la questione di una casa pulita e ordinata è il centro della storia. Giovane e pieno di talento, Meschenmoser nasce a Francoforte nel 1980. Dal 2001 frequenta l’Accademia di Belle Arti di Magonza e poi si perfeziona all’École Nationale Supérieure d’Art di Digione. Torna quindi a Magonza dove segue i corsi dell’artista Anne Berning. Meschenmoser stesso, accanto alla sua produzione di libri illustrati, ha una intensa attività di artista visivo, riconosciutagli a livello internazionale in numerose mostre collettive e personali. Nei suoi libri illustrati, che spesso sono vere e proprie serie legate a personaggi ricorrenti (Mr. Eichhorn, Mr. Mopsmann) predilige l’uso della matita e del pastello, spesso con pochi colori cui affianca volentieri anche l’uso del bianco e nero. In questo senso “Quei dannati sette capretti” costituisce quasi un unicum. Per quanto concerne invece il registro comico è perfettamente in linea con l’ironia che attraversa tutti i suoi libri. In italia è stato pubblicato “Lo scoiattolo e la luna” (Il Castoro, 2016) 

Nel nostro catalogo:

Quei dannati sette capretti