James Thurber (Columbus 1894 - New York 1961), giornalista, fumettista, scrittore, novellista e umorista statunitense, iniziò la sua carriera come corrispondente da Parigi per il Chicago Tribune. Al New Yorker dal 1927 al 1933, intervenne con articoli e schizzi satirici su mode, vezzi e idiosincrasie della borghesia americana contemporanea. Divise la sua carriera tra scrittore e disegnatore. Le sue vignette dal tratto semplice e pulito raffiguranti leoni marini, strane tigri, uomini tormentati, donne determinate e soprattutto cani, divennero presto tra le più popolari in America. Dal comportamento dei suoi tanti amici a quattro zampe o piumati, ma sempre favolosi, Thurber, attraverso il suo umorismo, ci mostra con grande sensibilità le umane paure e follie. È generalmente riconosciuto come il più grande umorista americano dopo Mark Twain. Nel catalogo di orecchio acerbo "Re Tigre"(2014, in co-edizione con Else). 

Nel nostro catalogo:

Re Tigre