Se non è in giro per i boschi potete trovarlo nel suo blog dove Paolo Cognetti dà consigli di scrittura, parla di giovani promesse e vecchie glorie della letteratura americana, propone citazioni e stila classifiche, raccontando i suoi viaggi e l’attaccamento per la sua città d’adozione, New York. Autore di documentari e raccolte di racconti, studioso di matematica, sceneggiatore, ma soprattutto viaggiatore curioso e attento, flanêur d’ultima generazione che ama la calca caotica della Grande Mela, ma anche la pace riposante della sua baita in montagna. “Paolo Cognetti, milanese, è, tra i giovani scrittori italiani, uno dei più attenti a sentire e narrare il disagio delle nuove generazioni e gli anni difficili dell’adolescenza di questi anni, di fronte a un contesto di incerta sostanza e di sicurezza precaria” così lo definisce Goffredo Fofi attribuendogli il premio “Lo Straniero” nel 2009. Con Minimum Fax ha pubblicato due raccolte di racconti - “Manuale per ragazze di successo” (2004), “Una cosa piccola che sta per esplodere” (2007) - e un romanzo, "Sofia si veste sempre di nero” (2012). 

Nel nostro catalogo:

Il nuotatore