Nato in Francia, a Rodez, nel 1963, architetto di formazione, è scrittore, illustratore, grafico e lavora anche nel campo della comunicazione. Dal 1988 al 1993 è direttore artistico delle agenzie Agora XXI et Design Strategy. Ma rapidamente passa dal disegnare copertine di libri a scriverne lui stesso. Il piccolo album “Jojo la Mache” vede la luce nel 1992, pubblicato da Editions du Rouergue, e immediatamente seduce il pubblico. È così che Olivier Douzou comincia a lavorare per Rouergue, di cui sarà direttore artistico per otto anni, rinnovando fortemente la concezione dei libri per ragazzi, sia nella forma che nel contenuto. Lascia Rouergue nel 2001 riannodando i suoi legami con il design. Tuttavia, continuamente attratto dal mondo dei libri e delle immagini, Olivier Douzou – insieme con José Parrondo, Nathalie Choux, Nathalie Fortier – dà vita alla casa editrice “l’Ampoule” (che pubblica libri illustrati, ma rivolti al mondo adulto) per lasciarla dopo qualche anno. Alla fine del 2011 è tornato a Editions Du Rouergue con il ruolo di direttore editoriale. Ad oggi, Olivier Douzou ha pubblicato oltre cinquanta libri – scritti e illustrati da lui o insieme con altri illustratori – per la maggior parte editi da Rouergue. Ha ricevuto alcuni tra i principali riconoscimenti internazionali, tra i quali il Bologna Ragazzi Award per il libro “On ne copie pas”. Nal catalogo di orecchio acerbo : "Fiabla-bla" di Fausta Orecchio (2012) e "Il naso" (2008) che nel 2006, in occasione del Salone del libro di Montreuil, si è aggiudicato il Premio Baobab, il più prestigioso riconoscimento francese per i libri per ragazzi. I libri di Olivier Douzou sono tradotti in tutto il mondo. 

Nel nostro catalogo:

Fiabla-bla

Il naso