scegli un libro

Padron Gatto
Intro.A un gatto, per di più nero, non la si fa. Per esempio, questo qui è appena caduto in piedi in un paio di stivali rossi, dopo che il suo vecchio padrone lo ha fatto volare dalla finestra. Il suo prossimo progetto è quello di bighellonare in giro, fare qualche imbroglio per campare e, soprattutto, non avere più padroni. Fatale però è l'incontro con un coniglio che, imprigionato a un albero, invece del suo padrone è vittima. Un'accoppiata strepitosa in giro per la città in cerca di qualcuno da ingannare. Sempre che questa volta non sia il gatto a metterci lo zampino, ma il destino che si chiama Edolì.
1. Per non fare scena muta La prima cosa che si nota in questo libro è il modo in cui è scritto. Rassomiglia un po' a una fiaba, ma non comincia con c'era una volta. C'è un racconto raccontato da una voce fuori campo, ma la cosa che di più colpisce sono i dialoghi tra i diversi personaggi. Più che una storia da leggere sembra un copione di uno spettacolo teatrale. E allora metti su in classe una piccola compagnia: il più del lavoro lo ha già fatto Blexbolex, non resta che assegnare le parti, impararle a memoria e andare in scena!
2. Il rosso e il neroI due protagonisti di questa storia che sono animali, un gatto nero e un coniglio rosso, dimostrano di avere due caratteri molto diversi tra loro, ma molto peculiari per il nostro immaginario: il gatto è furbo, scaltro, veloce a reagire e anche un po' ladro. Il coniglio invece è descritto come un animale remissivo, timido, molto pauroso (e un po' lo è per davvero). Spesso ricorriamo al mondo animale per raccontare noi stessi: prova ad associare a ogni tuo compagno o compagna o a un membro delle tu famiglia un animale per descrivere un suo carattere particolare: Martina è veloce come una gazzella, Luigi è tenero come un agnellino... Se te la senti fai un ritratto dei tuoi amici o parenti "bestiali".
3. Fare un salto mortaleQuesta storia comincia con un bel "ribaltamento" :un gatto che fa un salto mortale dal balcone del suo padrone. E finisce con un gatto nero che è diventato bianco. Ma per tutto il racconto si susseguono i rovesciamenti: tanto fisici, se pensi al ruzzolone che fa il padrone del coniglio, quanto di situazione. Prova ad elencare quelli più evidenti e ragionaci sopra con i tuoi compagni.
4. Avere un pianoEdolì è una bambina molto carina e gentile e, apparentemente, ignara. Al contrario Padron Gatto si sente il più furbo di tutti e ha un piano in testa: svaligiare la bottega di alimentari in fondo alla strada. Ma per fare questo ha bisogno dell'aiuto di altri. Uno è il coniglio che si è messo a suo servizio, l'altra dovrebbe essere Edolì. Ma qualcosa non va esattamente come aveva preventivato il gatto. Cosa occorre fare perché un piano funzioni? Hai mai fatto un piano? Hai avuto bisogno di complici? Racconta alla tua classe.
Stampa Stampa