scegli un libro

Mr. Ubik!
Intro.Sdraiato tra topolini meccanici e false matasse di lana, Mr.Ubik si sta vistosamente annoiando. Ma ecco, d’improvviso, risvegliata la sua attenzione. Là, sotto il termosifone, c’è un gran fermento! Nessuno si è accorto che la piccola astronave non è un giocattolo, e neppure che da essa è disceso un gruppo di minuscoli alieni. Solo Mr. Ubik. Scoperti, gli alieni sfuggono ai suoi artigli e trovano rifugio presso le formiche, con cui subito fraternizzano per poter riparare l’astronave in avaria. Mr .Ubik è vigile e attento, ma nulla può contro l’astuzia degli alieni. Riguadagnata l’astronave, dalla finestra s’involeranno di nuovo nello spazio. Nessuno si accorge di nulla. E in pochi conoscerebbero questa storia se le formiche non l’avessero tramandata nei loro graffiti.
1. Come combattere la noiaMr. Ubik si sta annoiando. I suoi padroni lo riempiono di giocattoli, nuovi, colorati e bellissimi, ma nessuno lo attira. Resta ore e ore a sonnecchiare senza nulla da fare. Fino a quando qualcosa accende il suo interesse. La noia in realtà non è così negativa perché aiuta a stimolare la nostra creatività. E a voi capita mai di annoiarvi? Cosa fate in quei momenti?
2. AlleatiI piccoli alieni devono tornare alla loro astronave per potersene andare. Ma Mr. Ubik impedisce loro la fuga. Decidono di allearsi con gli insetti che abitano la casa ed escogitano un piano che disegnano con graffiti sul muro. Alieni e insetti non parlano la stessa lingua e sono più piccoli di Mr. Ubik ma riescono comunque a capirsi e unendo le forze sconfiggono il gatto. Un obiettivo che da soli sembrava impossibile da realizzare, alleandosi è stato invece raggiunto. Vi siete mai trovati in una situazione che avete risolto solo collaborando con altri? L’unione fa davvero la forza? Dividetevi in gruppi e mettete in scena una situazione in cui l’essere insieme rappresenta un vantaggio.
3. Graffiti Nessuno si è accorto dell’avventura vissuta da Mr. Ubik con gli extraterrestri. Questa storia sarebbe rimasta sconosciuta se non fosse stato per i graffiti lasciati sulle pareti a raccontare quanto accaduto. Conoscete degli esempi di graffiti? Su un foglio, con i pastelli a cera provate anche voi a realizzare un graffito per i posteri. Sovrapponete due strati di colore e poi con una matita molto ben temperata, incidete i vostri geroglifici, che raccontino la storia di adesso.
4. Raccontare per sole immaginiIn questo libro non ci sono molte parole. Gli avvenimenti sono raccontati attraverso le immagini. Secondo te, in questo modo la storia è meno chiara o meno avvincente? Oppure la mancanza di parole può anche essere un vantaggio? Quale?
Stampa Stampa