Le favole in 160 caratteri ricevute via sms dai lettori di Favole al telefonino


La principessa baciò il ranocchio che divenne principe ma l’incantesimo della strega maldestra era reversibile. Al secondo bacio, il principe tornò ranocchio!

C’era un gatto che viveva in una stanza piena di libri. Dormiva, sognava e si nascondeva in mezzo ai libri, spesso li leggeva. Ogni libro è una storia, anche la sua. (eccede di 5 caratteri)

Il vestito della coccinella era invidiato da tutti gli insetti. Schernì il bruco x la sua tuta di spine ma impallidì quando lo vide uscire dal bozzolo in abito da sera. (eccede di 8 caratteri)

Della fiaba non trovo l’attacco, volevo narrare del gatto nel sacco. Ci penso e ripenso,  l’inizio mi manca. Il gatto si stanca d’aspettare e torna a ronfare.

Fiammetta è una bimba dalla fantasia accesa. Accende focherelli ovunque: Occhio, Fiammetta! Un giorno, al mare, incendiò il sole che si specchiò nell’acqua. Fu un tramonto bellissimo. (eccede di 23 caratteri)

Dino aveva uno strano amico del cuore: blu, con tre occhi e di nome Gok. Gok non esiste! Gli disse la maestra. Tu non esisti! Rispose Dino. E la maestra svanì.

Dopo aver saltato tutto il giorno invano cercando di acchiappare l’uva, la volpe si ferma e pensa: ma non è meglio una bistecca? È pure acerba! E se ne va in osteria. (eccede di 6 caratteri)

La notte era fonda, buia e tenebrosa. Elisa, sola soletta dentro al bosco, non trovava più la strada. “Sveglia piccolina!” Disse la sua mamma. Ed era già mattina. (eccede di 2 caratteri)

Una piccola pallina colorata rotolò giù per una discesa e più rotolava più i suoi colori si confondevano tra loro.Quando la pallina esplose nacque l’arcobaleno.

Afferrò le parole come per regalarle quasi fossero un mazzo di fiori. Suonò alla porta della sua bella che le prese una ad una e con amore le tramutò in poesia.

C’era un mago che scivolava nella nebbia, correva sul velluto. Non corro per la velocità né per la distanza, pensava, quello che corro è il colore del velluto.

C’era tanto tempo fa 1 piccola fiammiferaia che vendeva cerini ai passanti. Incontrò il figlio del re della tv e diventò la regina del brutto paese di carta.

Una volta la grande nuvola bianca si innamorò del cielo azzurro. Gli corse incontro, ma era così veloce ke si frantumò contro di esso. Finì in tantissimi pezzi e scoccarono lacrime e scintille. (eccede di 33 caratteri)

Ho paura del buio disse Luca. Il buio replicò: che offesa! E fuggì via.
Luca così non riusciva più a dormire né a sognare. Pregò allora il buio di tornare.

Cenerentola aspetta, la scarpetta! No mi spiace ma vado di fretta!

C'era una volta una bimba che incontrò un lupo. "Chi sei?" chiese "Il lupo cattivo" rispose.
Lei lo cosparse di miele e disse "ora sei il lupo buono" e lo mangiò. (eccede di 1 carattere)

Lucia si alza si stiracchia, fa la pipì e la cacca, si lava si veste va in cucina e vede un mostro! CHE PAURA!!!! - DISSE IL MOSTRO

Un cavaliere errante
in cerca d'avventure
cacciava la notte
terribili creature
Al buio fiutò
puzza di mostro
Spada in mano urlò
Drago sei tu!
e il mostro disse
MUUUUUUUU

C’era un bimbo che piangeva sempre. La mamma che non sapeva più cosa fare gli chiese cosa avesse e lui singhiozzò: “scusa, ho mangiato un altro coccodrillo”.

C’era Ale che faceva la popò, c’era Elisa che faceva pipì ed entrambi vissero felici, contenti e digeriti.

Il rubino tra i sassi si credeva una nullità. Topazio in regal cintura era celebrità. Cadde Topazio e perse valore. Il re trovò rubino che nella cintura fece fortuna. (eccede di 6 caratteri)

La pulce disse all’orecchio di un  pidocchio “come sei brutto” Lui le rispose con un rutto.

C'era una volta un ferocissimo drago a guardia di un immenso tesoro. Ma la volta dopo non c'era più.
Ed è così che Ugo divenne ricco sfondato.

Esaudirò 3 tuoi desideri, disse il genio.
Me ne basta 1, fece lui: voglio che tu sia x sempre il mio ubbidiente schiavo!
Quel genio non era poi 'sto gran genio.

"Darò la mano di mia figlia al vincitore" disse Re Fededegno.
Il vero amore di lei arrivò secondo, ma la sposò lo stesso, contentandosi d'una principessa monca.

Un placido gatto guardava l'acqua: passò 1 pesce e il gatto disse: ora ti mangio! Buu rispose il pesce. E il gatto prese paura, mai più ci riprovò e 1 mosca fischiò. (eccede di 5 caratteri)

Il cavallo bianco Oscar ogni notte traghetta i bimbi sulla sua sella di jeans su e giù per il mondo dei sogni. Una notte si addormentò e il mondo divenne vecchio. (eccede di 2 caratteri)

Una volta Alice Mascherina cascò dentro “Favole al telefonino” e disse: ma questo non è un libro di Rodari. Allora, tolse la batteria alle pagine e le spense.

Il principe baciò Biancaneve.
-Vuoi sposarmi?
-Grazie, bel principe, ma perché? Ne ho già 7 di re, gradisci 1 caffè? È x il bacio, è x te.
E i nani: perepè!

C'è un gatto con stivali magici, con un passo solca mari. Un giorno dice "MiAhio" e per un sassolino si leva lo stivale. "Che bello", dice, fermo davanti al mare. (eccede di 2 caratteri)

Saltella regale e coraggioso il coniglietto morso per caso nel prato dal dente di leone, roarr

Un presuntuoso guardando nel cielo vedeva volare solo formiche… Sciocco gli disse ridendo l’amico…Come formiche si appare solo agli occhi di chi non può volare

Un nonno e un bambino andavan per mano, il nonno gli disse presto andrò lontano… Lo guarda il bambino, gli stringe la mano, se tu andrai lontano io ti scriverò…

C'era una volta un bambino ke di nascosto mangiava tutte le caramelle del tabacchino. Gli fecero una foto col telefonino e x punizione gli fecero fare il postino. (eccede di 2 caratteri)

C’era una volta un ragazzo che frequentava un piccolo liceo dove aveva conosciuto il suo migliore amico. Erano così legati! Poi crebbero. Fine.

Un bambino birichino entrò nel castello pian pianino quando vide un fantasmino con tanta rabbia. Fece: “buuu” e il fantasma per la paura morì.

Hai 5 minuti x esprimere un desiderio. Disse lo gnomo della fortuna. Indeciso, allo scadere del tempo, l’uomo rispose: voglio un altro gnomo. Ripartirono i 5 minuti. (eccede di 5 caratteri)

1 libro di fiabe metteva paure persino agli adulti. Sono innocue avventure, rispose l’autore. Ma il libro si aprì e con le sue fauci l’autore inghiottì.

C’era 1 volta 1 ciocco di legno. Mastro Ciliegia lo prese in mano e quello x dispetto gli cadde sugli stinchi. Incavolato nero il falegname lo gettò nel fuoco.

Cera una volta 1 bambina povera che vendeva fiammiferi.1 giorno il petrolio finì e le auto viaggiarono a legna.La bimba fece affari e divenne ricchissima.

C'era 1 volta un lupo che perdeva il pelo ma non il vizio di mettere le dita nel naso. Conobbe 1 lupa e decise x sposarla di perdere il vizio e tenersi il pelo.

L'isola è oltre il mare. 1 si tuffa. Mai + lo vedremo. 2 affonda: come nave 1 banconota. 3 s'imbarca in un libro aperto, spiega al vento un'idea, va ben lontano. (eccede di 1 carattere)

Pia aveva un sogno, diventare una ridicolissima pagliaccia. Girava il mondo insieme a molti artisti e si divertiva tanto! Dopo tanti anni di studio Pia diventò una divertentissima pagliaccia. (eccede di 31 caratteri)

C'era una volta un ragazzo che viveva in una foresta si era innamorato di un albero. Non era una cosa da lui! Diceva ke i suoi frutti erano buoni e dolci.

Il topo di campagna  non trovando più da mangiare, andò a suonare alla porta del topo di città. Ma quello era diventato così grasso che non riuscì ad aprirgli.

C’era una volta un rospo che rospo era x davvero, baciò la principessa e nulla cambiò, lei si arrabbiò e arrosto se lo pappò.

C’era un aeroplano che non sapeva volare. Qualcuno gli disse: ci vuole un pensiero felice!
Lui sbattè le mani e si alzò in volo.

1 giorno 1 principessa inciampò su 1 talpina. Ai! Cos’è nn ci vede? Gridò la talpa. Sono un po’ miope, disse lei, mi segua le indico la strada giusta. E la prese per mano. (eccede di 11 caratteri)

Un topo di campagna non trovando più da mangiare, andò a suonare alla porta di un topo di città. Ma quello era diventato così grasso che non riuscì ad aprirgli.

C'era una volta una libellula che aveva fame. Vide un sasso nel lago ma quello era un coccodrillo! Appena si avvicinò, il coccodrillo la divorò.

Una volpe va in un bosco e incontra un panda
la volpe si innamora della macchia del panda e mentre il panda dorme gliela ruba e allora il panda gli ruba la coda... (eccede di 2 caratteri)

C'era una volta un bambino così Piccolo che la Mamma lo perdeva sempre. Un giorno lo ha cercato in tutte le tasche ma non l'ha trovato, l'ha cercato nella foresta e si è persa. Ha preso un aereo e un pullman e finalmente è tornata a casa. Si è guardata allo specchio e si è accorta che il bambino era seduto sulla sua testa. (eccede di 161 caratteri)

Un giorno un principe andando a cavallo in un bosco cadde e gridò aiuto. Una fanciulla che si trovava nelle vicinanze sentì gridare e gli prestò aiutò.

C'era una volta un cane che vide una pasticceria, entrò e si riempì la pancia di dolci. Ma gli venne un dolore così forte alla pancia, che non poté più mangiare dolci. (eccede di 7 caratteri)

Il principe di codemondo ordinò un gran banchetto, ma il cuoco non poteva accendereil camino. Lì s'era impigliata una fata... che volò via e trascinò con sé lo spazzacamino! (eccede di 13 caratteri)

Un bel giorno il lupo mannaro vide un bambino che stava dormendo. Lo svegliò e disse: "Sono il lupo mannaro!" E il bambino che si era svegliato rispose: "Cu è! Mannaia  a tia, non vedi che me ne sto a cuccà? Vattinne và!". Il lupo si dimentica sempre di evitare i putei del mezzogiorno. (eccede di 124 caratteri)

1 Alieno sulla terra all'inquinamento vuole fare la guerra
C'è immondizia in ogni parte!
Ci rinuncio, vado su Marte!

Mamma Oka x capriccio lasciò okini e partì, vide Okone riccio riccio ke il cuore le rapì. Ma era il Lupo mamma mia.

Pinocchio alla sorda fata: 'ti prego rendimi bambino!' 'come, cosa?'Accendi il camino?' 'no! ho detto....AL FUOC.....Psfrrrr!

All'amo di un pescatore abboccò una bella sirena. Non se la cucinò sulla griglia per cena ma la mise nella vasca da bagno e la fece cantare fino a notte per lui. (eccede di 1 carattere)

Hansel e Gretel giunsero alla casetta di marzapane dove la strega disse loro di mangiare tutto ciò che desideravano. La presero alla lettera e se la mangiarono.