Close

A una stella cadente

traduzione di Pierre Hornain
ISBN 9788889025482

Non disponibile

Descrizione

Il motorino. Le Nike. Il piercing… Nel libro dei desideri di Mara Cerri non ce n’è traccia. La sua hit-parade è più concreta. Piacere e piacersi. Sentirsi sicura. Essere in sintonia col mondo che la circonda. Un affresco del desiderio, e del timore, di tutti gli adolescenti: diventare adulti. In italiano, inglese, francese. Perché quel desiderio non conosce confini. In una nuova edizione ampliata con nuovi sogni – e nuovi segni – un piccolo manuale per scoprire i desideri. Quelli veri.

Collana: albi
Area tematica: La difficoltà di crescere
Età: dai 10 anni in su
Pagine: 32
Formato: 20 x 27
Publicato In: spagnolo
Premio: The White Ravens 2005|||
fileLe ragazzate di Bologna: storie di fantasia
2008-04-01-La Provincia
fileStella cadente astro nascente
2004-12-14-Andersen
fileScaffale basso
2007-05-26-Avvenire (Popotus)
fileA una stella cadente
2004-10-28-Diario
fileA una stella cadente
2005-03-15-Il Pepe Verde
fileDesideri: un cavallo e una stella cadente
2004-11-26-La Stampa - Tutto Libri
fileLa principessa, il cane, le case, i desideri di adolescenti
2004-09-28-Trentino
fileUno scaffale di storie. Pagine per sognare, divertirsi, parlare insieme
2007-05-28-Vogue bambini
fileLa solita Mara Cerri
2013-05-24-La solita Simonetta
fileA una stella cadente, Mara Cerri
2013-11-22-Una lettera due foto
fileA una stella cadente, Mara Cerri
2013-11-19-sito web
fileL'eleganza di Mara Cerri in una mostra
2017-11-23-Quotidiano Nazionale - Il Resto del carlino
Intro
Piccole, piccolissime donne che vogliono crescere, diventare Cristiana ma anche Valentina, Mara, Maria, Laura, Marzia, Tiziana, Magda, Nicoletta, Nadia, Claudia, Maura, Eva, Elisa. Saranno tutte diverse, bellissime, vive. Ma ora hanno paura. Di sbagliare, di non capire. Di non capirsi.
1. Il desiderio
Anna (ricordi la protagonista di "No. Anna e il cibo"?) e le sue compagne di scuola, qualche anno dopo. Non desiderano il motorino o i capelli blu. Ma piacere e piacersi, distinguere i confini tra sé e gli altri, accogliere e difendersi, sentire di avere le ali... Quali sono i nostri desideri? Cosa ci fa stare male? Quando ci sentiamo aggredite, ferite, incomprese? Sogniamo ancora?
2. Fuori e dentro
I due poli dell’esistenza di tutte: noi e gli altri. Cosa c’è fuori e cosa c’è dentro. Cosa accettiamo e cosa rifiutiamo. Dove finiamo noi e dove inizia il resto. Mentre le illustrazioni di Marina Sagona in “No. Anna e il cibo” sono squillanti come il mondo esterno dei bambini, tutto da giocare, quelle di Mara Cerri sono silenziose come il mondo intimo delle adolescenti, tutto da scoprire. Cosa ricordiamo di quando eravamo più piccole? Cosa rimane fuori e cosa dentro la nostra cameretta? Come ci immaginiamo da grandi? Cosa non ci piace della vita che conduciamo adesso, le regole di casa, le abitudini, i doveri ma anche i nostri svaghi: ci soddisfano?
3. La parola come immagine
L’illustratrice è stata molto brava a sintetizzare in un’immagine il desiderio o la paura delle diverse ragazze. Hai notato come si muovono le parole? Come si muoverebbero sulla carta quelle con cui hai scritto il tuo desiderio, o la tua paura?