Close
Sgaldramuni

Sgaldramuni

Sgaldramuni nasce alle 11 di una fredda mattina piena di sole in mezzo all’autunno. Da quel giorno non la smette mai di crescere e di invecchiare sempre nello stesso paese in provincia di Torino. Nella sua vita gli succedono solo tre cose importanti, ma sono tre cose veramente importanti: 1. Quando ha 20 anni, il suo collega di lavoro Gennargentu comincia a chiamarlo Sgaldramuni che non vuole dire niente, ma suona bene e gli sta giusto addosso. 2. Quando ha 22 anni, decide di andare a trovare dei bambini delle scuole materne ed elementari, si presenta sempre come Sgaldramuni e si fa raccontare tantissime storie, le raccoglie tutte, le frulla, le mescola e ne inventa di nuove. “Mio zio Guido fa il muratore” è una di queste storie tutte frullate. 3. Qualche anno dopo, Sgaldramuni trova lavoro anche come educatore accanto alle persone che escono dal carcere, prova ad aiutarle a trovare un lavoro, una casa, degli amici, un po’ di pace.