Close
Lucie Müllerová

Lucie Müllerová

Sullo sfondo della Selva Boema, un maestoso castello costruito sulla roccia sovrasta ?eský Krumlov, una cittadina dallo splendido centro storico medioevale. Molto prima dell’Unesco, fu Egon Schiele a scoprirne la straordinaria bellezza, facendone la sua residenza. Qui è nata Lucie Müllerová, e non è difficile scorgere l’influenza di quel paesaggio, di quelle architetture nelle sue illustrazioni. E prima ancora di quella dell’Università di Arte e Design di Linz in Austria, è stata la frequentazione dell’Egon Schiele Art Centrum e dell’International Art Gallery della sua cittadina a indirizzarne scelte e interessi artistici. Dopo la laurea austriaca, Lucie frequenta corsi d’illustrazione in Italia e comincia a disegnare libri per bambini. È la casa editrice Vitalis della Repubblica Ceca a pubblicare i suoi primi albi, presto seguita da mezza dozzina di editori spagnoli e dalle italiane Fatatrac e Kite. Ed è con un libro di Fatatrac, “Alfio e le scatole misteriose”, che nel 2010 si aggiudica il premio Fondazione Cassa di Risparmio di Cento per l’illustrazione. Premio che segue e precede quelli spagnoli della Biblioteca Insular di Cabildo de Gran Canaria, nel 2009, e quello, insieme a Serenella Quarello, dell’Álbum Ilustrado Edelvives, nel 2012. “La scimmia e il melograno”, ancora con Serenella Quarello, è il suo primo albo con Orecchio acerbo.