Gipi, pseudonimo di Gian Alfonso Pacinotti, è nato a Pisa nel 1963. Autore di fumetti e regista, Gipi punta da sempre su una grande ricerca pittorica esprimendosi con fumetti a olio e ad acquerello. Con poche ma fondamentali pubblicazioni dallo stile assolutamente originale ed innovativo, Gipi si è imposto in pochi anni come un autore tra i più importanti e riconosciuti del fumetto Europeo, vincendo numerosi premi, fino ad essere consacrato, nel 2006, col premio "Goscinny" e come "miglior libro" al Festival international de la bande dessinée d'Angoulême, assegnato in precedenza solo a due italiani, Hugo Pratt e Vittorio Giardino. Le Graphic novel di Gipi sono pubblicate in Italia da Coconino Press, e sono tradotte in molti paesi, tra cui Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti. Gipi collabora inoltre con “La Repubblica”. Sue sono le illustrazioni del libro di Alessandro Baricco "I barbari", pubblicato a puntate sul quotidiano e poi edito in volume. Tra i suoi libri ricordiamo “Esterno Notte” (Coconino Press, 2003), “Appunti Per una storia di Guerra”. (I ed. Coconino Press, 2004, II ed. Rizzoli, 2006), “S.” (Coconino Press, 2006), e il suo ultimo grande successo “La mia vita disegnata male” (Fusi Orari/Coconino press, 2008).“Grand Central Terminal” (prima edizione 2003) è il suo primo libro illustrato per ragazzi.