Irène Cohen-Janca

Irène Cohen-Janca è nata nel 1954 dall’altra parte del Mediterraneo, a Tunisi, dove ha trascorso la sua infanzia fino alla partenza per la Francia, nel bel mezzo di un’estate. Ha vissuto molti anni a Parigi dove, dopo essersi laureata in Lettere Moderne, è diventata bibliotecaria. Da qualche anno si è trasferita nella regione dell'Essonne, dove prosegue il suo lavoro in biblioteca. Nel 2000 è cominciata la sua collaborazione con Editions du Rouergue, con cui ha pubblicato moltissimi racconti e romanzi per ragazzi, fra cui ricordiamo: “Le plus vieux de la classe” (2009), “Les arbres pleurent aussi” illustrato da Maurizio A.C. Quarello (2009), “Le chant de l’innocent” (2008), “Petite comme un poing” illustrato da Candice Hayat (2008), “Je veux un vieux Noel” illustrato da Caroline Dall’Ava (2007), “La Mine à bonbecs” illustrato da Laurent Moreau (2006), “Le coeur de l'autre” (2006), “Fil d'or et bottes blanches” illustrato da Candice Hayat (2005), “Fashion victim” (2005), “L'Autre cœur” (2003), “L'Étoile de Kostia” (2002) e “Fils de Zeppelin” (2000). Nel catalogo di orecchio acerbo: "Frantz e il Golem" (2016), "L'ultimo viaggio" (2015), "Il grande cavallo blu" (2012) e “L’albero di Anne” (2010) tutti illustrati da Maurizio A.C. Quarello.